Appunti sul presidio per l’Ucraina

10155375_645318315536677_7107597837354422723_n“No, non potete andare a portare i fiori per i morti nel rogo di Odessa fin davanti all’ambasciata dell’Ucraina. Potrebbe sembrare una provocazione…” Ieri 17 maggio a Roma le forze di pubblica sicurezza non hanno permesso ai manifestanti italiani, russi, crimeani di andare a portare fiori fin sotto l’ambasciata dell’Ucraina. Garofani rossi e fiori bianchi sono stati sparsi a terra a poca distanza, e al minuto di silenzio hanno fatto seguito canti (Bella ciao per gli italiani, Katiuscia per i russi). Il sit-in a piazza Verdi promosso da Giulietto Chiesa e sottoscritto da varie forze, contro l’orrore del nazifascismo collaterale al governo golpista di Kiev, e in protesta contro le complicità europee e statunitensi, è stato affollato e commovente.

C’erano bambini italo-russi e le loro mamme a reggere cartelli in caratteri latini e cirillici: contro il fascismo in Ucraina, e in segno di lutto per i morti assassinati; Helena reggeva un fotomontaggio della oligarca Julia Timoschenko con trecciona e baffi hitleriani.

Noi di No War e Sibialiria (presenti in forze…a differenza di altri che hanno firmato l’appello ma poi in piazza non c’erano…come spesso succede) avevamo cartelli contro il sostegno Usa, Ue e Nato al nazifascismo in Ucraina, senza dimenticare Siria e Libia e Venezuela. Incredibile come alla fine Ue, Usa e la loro escrescenza cancerosa, la Nato, si alleino con il peggio: Nazikiller in Ucraina, fascio-golpisti in Venezuela, Terroisti jihadisti in Siria, razzisti in Libia (ricordiamo sempre la deportazione – anzh’essa di stampo nazista – dei neri libici di Tawergha…a opera dei “ribelli di Misurata”).

Marinella Correggia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...