Siria, rapimenti. La buffonata del “silenzio stampa”

084333081-3320f293-ce28-47a9-be32-e95d2a9ba059Siria, rapimenti. La buffonata del “silenzio stampa”

“Stanno bene”, “Non sono stati rapiti, ma solo fermati per accertamenti”,  “Presto torneranno a casa”… assicura la RAI (imbeccata dalla “blogger” PD Haya Homsi) e la Farnesina davanti al rapimento dei giornalisti italiani Amedeo Ricucci, Elio Colavolpe, Andrea Vignaliì, Susan Dabbous. E allora, perché la RAI e la Farnesina  pretendono il silenzio stampa “Perché la loro incolumità potrebbe essere  a rischio”? È chiaro come il sole che i quattro (ai quali, nonostante le nostre totali divergenze di vedute, auguriamo un pronto ritorno a casa) sono stati rapiti da una delle tante bande di “ribelli”, coccolati e armati dall’Occidente (Italia in primis) per trasformare la Siria in un’altra Libia. E che ora pretendono per la loro liberazione soldi o armamenti. Che sicuramente arriveranno. Ma ammettere questo significherebbe per Monti e tutta la compagine governativa rivelare di mercanteggiare con banditi additati come “eroi” da tutta la stampa main stream. E allora, via con questa buffonata del silenzio stampa. E sono ormai passate ormai 24 ore dal “fermo” dei quattro per accertamenti,

Francesco Santoianni

Annunci

One thought on “Siria, rapimenti. La buffonata del “silenzio stampa”

  1. Pingback: Al Qaeda: “nostri uomini in Siria”. Su le armi chimiche? Bergoglio non dà risposte al Vicario apostolico di Aleppo, Nazzaro | Escogitur.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...